overlay Shopplan Pianterreno area
PT Pianterreno    |    PP Primo piano    |    SP Secondo piano

Red Bull, un'azienda con radici in Austria e respiro internazionale

Red Bull, un'azienda con radici in Austria e respiro internazionale

Non è noto a tutti che Red Bull, l'azienda che produce la bevanda energizzante nota in tutto il mondo, Red Bull Energy Drink, fu fondata proprio a Salisburgo, in Austria, nel 1984, quando Dietrich Mateschitz, ideatore del prodotto, decise di creare per il mercato europeo una bevanda simile ad altre analoghe che all'epoca erano già molto popolari in Asia, Fu proprio lui a porre le basi della Red Bull GmbH e a dare il via alla commercializzazione della famosa lattina in Austria nel 1987. L'inizio di una storia di crescita continua e costante, coronata da un grande successo imprenditoriale, economico e di immagine. Alla fine del 2018, Red Bull impiegava 12.239 dipendenti in 171 Paesi e vantava un fatturato di 5,541 miliardi di Euro.

Un'ottima bevanda energizzante, ma da consumarsi con alcune accortezze

Red Bull Energy Drink è presentata dal suo inventore come "una bevanda funzionale da consumare in diverse occasioni" come, ad esempio, al lavoro, praticando sport, studiando all'università, durante una sessione ai videogame o quando si esce la sera con gli amici.
Con il suo inconfondibile colore ambrato brillante, Red Bull contiene ingredienti come la taurina e la caffeina, è gassata e ha un gusto leggermente dolce fruttato con un sentore di fragola.
Commercializzata a livello globale in diverse varianti, da quella classica alla 'sugar free', fino alla zero calorie. Numerose le 'edition' vendute anche oggi in Italia, con gusti diversi e particolari: Yellow Sugarfree (senza zucchero, ai frutti tropicali), Red (ai frutti rossi e agrumi), White (in alcuni mercati Summer, al cocco e açaí), Lime (alla limetta). A queste si aggiungono, nel mondo, Yellow (in alcuni mercati Tropical, ai frutti tropicali), Blue (al mirtillo nero), Green (al kiwi), Purple (in alcuni mercati Açaí, all'açaí), Summer (Beach Breeze), solo per citarne alcune. In alcuni mercati, come l'Austria, viene commercializzata anche una scatoletta rotonda chiamata Flying Bulls contenente dei cioccolatini al 72% di cacao e ribes neri. Certo la bevanda con origini austriache è un'ottima fonte di energia, ma l'avvertenza è consumarla con moderazione ed evitando l'abbinamento con alcolici e superalcolici: questo "mix" può dare una falsa sensazione di sobrietà che può essere molto pericolosa, ad esempio, per chi si mette alla guida.

Un integratore molto 'gettonato', sospeso tra leggenda e realtà

In alcuni stati europei la commercializzazione della Red Bull anni addietro era stata addirittura vietata per via di timori combinati dal legame di caffeina con glucuronolattone e taurina, ma poi questi timori si sono rivelati infondati e la bevanda è stata liberalizzata per imposizione dell'Unione europea, e L'EFSA, l'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, ha pubblicato un parere scientifico in base al quale si evidenzia come i fenomeni avversi manifestatisi tra i consumatori di bevande energetiche "sono dovuti all'elevato tasso di assorbimento di caffeina e non dalla miscela di questa con taurina e glucuronolattone".

Su Red Bull circolano anche alcune leggende che hanno anche dei risvolti curiosi e bizzarri:
qualcuno racconta che la taurina viene estratta direttamente dai testicoli dei tori o dallo sperma bovino. Sebbene la leggenda prenda spunto da un elemento di verità, perché effettivamente tale sostanza è stata scoperta nella bile del toro, da cui il nome, ma come viene riferito dal sito ufficiale "la taurina contenuta in Red Bull Energy Drink è una sostanza interamente sintetica prodotta da compagnie farmaceutiche, e non è di derivazione animale né contiene componenti animali".

La parabola ascendente di un successo che è anche d'immagine

Chi non conosce il celebre spot televisivo dell'energy drink che "ti mette le aaali"? Red Bull deve sicuramente il suo successo all'efficacia delle sue campagne pubblicitarie e promozionali. Per quanto riguarda la tv, hanno fatto storia le scenette ironiche ideate dall'azienda pubblicitaria Kastner, disegnate con stile fumettistico e molto accattivante, in cui spesso i protagonisti si liberano da piccole e fastidiose situazioni quotidiane grazie all'utilizzo della bevanda.

Un altro mezzo di diffusione è la fama presso il pubblico giovane che Red Bull si è conquistata attraverso le Sampling girls, ragazze che girano per le città su automobili "personalizzate" con lo stile Red Bull, che distribuiscono gratuitamente lattine fresche della bevanda.

Per non parlare, naturalmente, anche dell'innovativo stile del design della lattina in alluminio dalla forma più 'slanciata' e 'slim', ideata appositamente per Red Bull e in seguito adottate anche da altre marche di bevande energetiche. Molto amato e universalmente noto anche il disegno della lattina, formato da quattro parallelogrammi affiancati e sovrapposti, di colore blu e argento, unito al logo, con due tori rossi contro un sole.

Oltre ai canali tradizionali come la tv, la radio e il cinema, Red Bull ha usato molto per promuoversi anche lo sport e le sponsorizzazioni di eventi musicali. Cominciando da sport estremi e di avventura, come windsurfing, base jumping e snowboard, ma toccando anche sport più tradizionali come il calcio (FC Red Bull Salzburg, RB Leipzig, New York Red Bulls, Red Bull Ghana, Red Bull Brasil, Fussballclub Liefering), l'Hockey (EHC Red Bull München, Eishockeyclub Red Bull Salzburg) e la Formula 1, dove Red Bull addirittura possiede due scuderie: Red Bull Racing e Scuderia AlphaTauri. L'azienda è inoltre decisamente famosa per aver intelligentemente creato eventi più divertenti e auto-ironici come la "Red Bull Soap Box Race" e il "Red Bull Flugtag", in cui amatori si sfidano su macchinette o aeroplanini senza motore, costruiti con i mezzi più disparati e le forme più divertenti dagli stessi partecipanti.

Da Atrio Red Illume, una mostra con immagini mozzafiato da ogni angolo del mondo

Di questa efficace politica promozionale di Red Bull fa parte sicuramente anche la mostra di foto e video "Red Bull Illume", che torna da Atrio, a Villach, grazie a una collaudata partnership tra l'azienda con headquarters a Salisburgo e il centro commerciale più grande della Carinzia: dal 27 luglio sono esposte nella plaza dello shopping center le immagini, retroilluminate, dei 55 finalisti dell'omonimo concorso fotografico internazionale. Si tratta del più grande contest mondiale dedicato a scatti e video legati agli sport di avventura e di azione, che si tiene a cadenza biennale con le foto più sorprendenti e mozzafiato. Davvero un evento espositivo da non perdere.

BACK