overlay Shopplan Pianterreno area
PT Pianterreno    |    PP Primo piano    |    SP Secondo piano

Il Natale in cucina... a Villach vuol dire la festa dei biscotti!

Il Natale in cucina... a Villach vuol dire la festa dei biscotti!

In Italia è sufficiente spostarsi di pochissimi chilometri per confrontarsi con menù e tradizioni culinarie diversissime, legate alle usanze e ai prodotti genuini del territorio.
Per le feste queste differenze sono ancora più evidenti, poiché l'approccio alla tavola è, più di sempre, non "solo" la cucina, ma anche e soprattutto un modo distintivo e unico per valorizzare la propria terra, stare insieme, divertirsi, godere la compagnia della famiglia e instaurare abitudini e usanze uniche.
In Austria, a Natale, il minimo comun denominatore delle tavole (e dei preparativi in famiglia e tra amici) sono i biscotti. Una passeggiata negli spazi di Atrio e sarà semplice capire cosa questo significhi: ce ne sono ovunque, di ogni tipo, di ogni forma, colore e grandezza, di ogni gusto, farina, spezia e confezionati con una grazia e una fantasia da vero tripudio!

Cerchiamo qui di restituirne qui solo i più caratteristici, quelli che più corrispondono, anche nell'immaginario dell'Italia, a un gusto tipicamente austriaco e tedesco. 

Biscotti Kipferl

Scatole di latta retrò piene zeppe di piccoli e delicati ferri di cavallo spalmati di un'impalpabile e dolce polverina bianca ... I kipferls sono delle vere delicatezze, perfetti per tutti i momenti della giornata. Ma proprio tutti, davvero!
A colazione con latte o caffè scivolano benissimo, lo stesso per una coccola a fine pasto o per l'ora del té: in Austria in ogni casa non mancano mai. La preparazione è semplice e gli ingredienti quelli dei tipici frollini (il burro, le uova, lo zucchero) con l'aggiunta di un po' di farina di mandorle, per quella consistenza piacevolmente granulosa e friabile.
Uno tira l'altro ... che è un vero piacere!

I biscotti di Linzer, o Linzer Cookies

Una sorta di Linzer Torte in miniatura, anche questi biscotti sono dei passepartout di tutta la giornata (e soprattutto di tutte le Feste natalizie!) e sono la quintessenza del profumo austriaco, o più in generale germanico.
A differenza dei kipferl, nei Linzer le spezie giocano un ruolo fondamentale nella riconoscibilità di questi biscotti: sono impastati con mandorle e cannella e arricchiti con la marmellata.
Le mandorle tritate si impastano con lo zucchero e poi il resto degli ingredienti. La forma - un vero classico - si ottiene sovrapponendo due cerchi di impasto, dei quali uno forato (con il buco a forma di stella, di cuore, di cerchio): in mezzo, naturalmente il giusto strato di una gustosa marmellata, meglio se fatta in casa e con un che di selvatico e asprigno.

Gingerbread o Biscotti pan di zenzero

E non possiamo che concludere con un "classico dei classici", protagonista di ogni fiaba che si rispetti e dei sogni dei bambini di tutto il mondo: i biscotti pan di zenzero (e già tutti ci immaginiamo la forma dell'omino, decorato con le sottili applicazioni di glassa di zucchero colorato: il Gingerbread Man o Omino Pan di Zenzero!).
Chiodi di garofano, noce moscata e cannella sono le tre componenti irrinunciabili per questi biscotti e per il loro colore brunito; un ingrediente meno evidente, eppure importantissimo nell'accostamento con le spezie è il miele, che dona al biscotto la consistenza friabile e lega con grazia il sapore molto deciso delle spezie.
Una volta pronto l'impasto, dopo aver ben dato forma ai tanti "omini" degni del miglior film natalizio, ci si può sbizzarrire con tutte le possibili forme (campane, palle, alberelli, renne) e - perché no - appendere i biscotti sull'albero.

BACK