overlay Shopplan Pianterreno area
PT Pianterreno    |    PP Primo piano    |    SP Secondo piano

Atrio: il centro commerciale ecologico e sostenibile accoglie e sposa a piene mani la politica di riduzione e la sostituzione della plastica del suo Interspar

Atrio: il centro commerciale ecologico e sostenibile accoglie e sposa a piene mani la politica di riduzione e la sostituzione della plastica del suo Interspar

Atrio è un luogo accogliente, lontanissimo dal canonico concetto di Centro Commerciale e molto vicino, invece, alla sostenibilità ambientale e ad una dimensione tutta umana.

L'approvvigionamento energetico biotermico, la diffusione all'interno di materiali come legno e pietra, l'attenzione al territorio e all'ambiente, una gestione dei rifiuti all'avanguardia, uniti all'amore per le tradizioni e alla valorizzazione delle differenze tra culture sono dei segnali che raccontano bene questa sua "diversa" personalità. 

Smaltimento, riduzione e sostituzione della plastica

Tra le tante iniziative virtuose di Atrio in tal senso c'è indubbiamente l'attenta strategia di riduzione della plastica, dove possibile, e della sostituzione di essa con altri elementi o con plastiche biodegradabili. Lo sostiene anche il Direttore Generale di Atrio, Richard Oswald, a proposito della campagna di Spar, che in Atrio ha uno dei più grandi ipermercati della Carinzia: "Atrio è un centro che si è fregiato nel tempo del titolo di shopping center più ecologico del mondo. Pertanto, l'attenzione di Spar alla promessa di ridurre gli imballaggi evitandoli ove possibile è in perfetta sintonia con la nostra sensibilità ambientale".

I sacchetti riutilizzabili per la riduzione della plastica

Già nel 2015 Spar aveva proposto la sostituzione degli abituali sacchetti di plastica con sacchetti biodegradabili, dimostrando un'attenzione particolare all'ambiente e alla sostenibilità. 
Nel 2018 la campagna si è resa ancora più efficace, poiché tutti i supermercati Spar e Interspar in Austria (e a braccia aperte Atrio ha accolto questa iniziativa nel suo enorme Interspar!) offrono la possibilità di utilizzare il "Sacherl": a meno di due euro sono in vendita 4 sacchetti (i "Sacherl" appunto) a rete in poliestere che si possono riutilizzare per ogni spesa di frutta e verdura: l'etichetta si applica e si toglie facilmente e si possono lavare a 30 gradi. Con un buon utilizzo di questa misura la riduzione di anidride carbonica ottenuta dal contenimento dell'utilizzo della plastica diventa molto sensibile. L'igiene è garantita, il riciclo è una misura importante e anche il costo complessivo si alleggerisce. 

Porta il tuo contenitore e riempilo: tu ti senti a casa, e l'ambiente ci guadagna!

Anche un'altra misura, ancora più radicale e rivoluzionaria, è oggi possibile nell'Interspar di Atrio. Per evitare di sciupare tanti contenitori (solitamente in plastica e alluminio) che poi andrebbero buttati, è possibile utilizzare un proprio recipiente portandolo da casa (che sia di vetro, ceramica, resina: quel che si vuole!) per riporre la propria spesa. 
Il servizio è molto semplice: si pone la scatola sulla bilancia per pesarne la tara, si igienizza l'operazione interponendo un vassoio in modo che non vi sia contatto tra banco e contenitore domestico; si riempie il proprio contenitore di carne, affettati, formaggi e di tutte le specialità enogastronomiche che si desiderano e si paga alla cassa. Il riuso dei contenitori garantisce una riduzione degli imballaggi e della plastica davvero drastica e l'ambiente può beneficiarne in modo decisivo. 

Ora non rimane che armarsi di un po' di tempo, di gola e di voglia di relax per un bel giro all'Interspar virtuoso. Il nostro consiglio è di portare una teglia bella capiente: vi troverete un enorme reparto di enogastronomia, con prodotti della natura e pietanze tipiche della magnifica tradizione carinziana, da ... leccarsi i baffi!

BACK